CANTI PER LA LITURGIA

TEMPO DI QUARESIMA

INTROITO

Soccorri i tuoi figli:
Signore, li hai redenti col sangue prezioso. Sia sempre con noi la tua misericordia,
in te noi speriamo.
Pietà di noi, Signore, pietà di noi.
Tu sei la nostra speranza,
non resteremo confusi in eterno.

I Domenica di Quaresima

 (anno B) «Il Regno di Dio è vicino: convertitevi e credete al Vangelo».

 Gustate e vedete quanto è buono il Signore; beato l’uomo che in lui si rifugia.

 I ricchi impoveriscono e hanno fame, ma chi cerca il Signore non manca di nulla.

II Domenica di Quaresima

1  (anno A-B-C) «Questo è il mio Figlio prediletto: inlui mi sono compiaciuto. Ascoltatelo!».

2  Manda la tua verità e la tua luce; siano esse a gui- darmi,mi portino al tuo monte santo e alle tue dimore.

3  Verrò all’altare di Dio, al Dio della mia gioia e del mio giubilo.

III Domenica di Quaresima

(anno B) Molti, vedendo i segni che Gesù faceva, credettero in lui.

Beato chi trova in te la sua forza e decide nel suo cuore per il santo viaggio.

Cresce lungo il cammino il suo vigore, finché com- pare davanti a Dio in Sion.

IV Domenica di Quaresima

(anno B) «La luce è venuta nel mondo. Chi opera la verità viene alla luce».

 Il Signore è mia luce e mia salvezza, di chi avrò timore?

Sono certo di contemplare la bontà del Signore nella terra dei viventi.

V Domenica di Quaresima

(anno B) «Se il chicco di grano caduto in terra non muore, rimane solo;
se invece muore, produce molto frutto».

Chi semina nelle lacrime mieterà con giubilo.
Grandi cose ha fatto il Signore per noi, ci ha colmati di gioia.

Domenica delle Palme e della Passione del Signore

(anno A-B-C) «Padre, se questo calice non può pas- sare senza che io lo beva,
sia fatta la tua volontà».

 Ma tu, Signore, non stare lontano, mia forza, ac- corri in mio aiuto.

 I poveri mangeranno e saranno saziati, loderanno il Signore quanti lo cercano.

ATTO PENITENZIALE

Cristo Gesù, Figlio di Dio, pietà di noi.

Cristo Gesù, Figlio di Dio, pietà di noi. 

1  Tu, che sei venuto in questo mondo a cercare e salvare ciò che era perduto.

Rit. Pietà di noi.

2  Tu, che chiami a te coloro che sono affaticati e oppressi.

Rit. Pietà di noi.

3  Tu, che hai il potere di rimettere i peccati.

Rit. Pietà di noi.

NON SI CANTA IL GLORIA

SALMO

497

Il tuo amore, Signore, per noi è un invito a tornare a te.

CANTO AL VANGELO

278

Gloria, gloria, cantiamo il Signore!

1  Il Signore è la luce che vince la notte!

2  Il Signore è l’amore che vince il peccato!

OFFERTORIO SUONATO

oppure

677

Misericordias Domini in æternum cantabo.

Santo 319

Anamnesi 335

Tu ci hai redenti…

Dossologia

Agnello di Dio 382

RINGRAZIAMENTO

496

Io verrò a salvarvi tra le genti, vi condurrò nella vostra dimora. 

Spargerò su voi torrenti d’acque: da ogni colpa sarete lavati.

Rit. Dio ci darà un cuore nuovo, porrà in noi uno spirito nuovo.

2  Voglio liberarvi dai peccati, abbatterò ogni falso dio.
Tolgo il vostro cuore di pietra per regalarvi un cuore di carne.

3  Voi osserverete la mia legge e abiterete la terra dei padri.
Voi sarete il popolo fedele e io sarò il vostro Dio per sempre.

oppure

514

O Cristo, tu regnerai! O Croce, tu ci salverai!

1  Il Cristo crocifisso morendo ci riscattò. La Croce benedetta salvezza a noi portò.

2  Estendi sopra il mondo il regno di santità: o Croce, sei sorgente di grazia e di bontà.

3  Nei nostri cuori infondi un fuoco di carità: tu, fonte del perdono, rinnova l’umanità.

4  Cantiamo lode e gloria a Cristo, il Redentor, e al Padre onnipotente, in te, Spirito d’Amor.

FINE

GEN

Salve Regina, Madre di misericordia.
Vita, dolcezza, speranza nostra, salve!
Salve Regina! (2v)

A te ricorriamo, esuli figli di Eva.
A te sospiriamo, piangenti
in questa valle di lacrime.
Avvocata nostra, volgi a noi gli occhi tuoi.
Mostraci, dopo quest’esilio,
il frutto del tuo seno, Gesù.

Salve Regina, Madre di misericordia.
O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.
Salve Regina!
Salve Regina, salve, salve!

592

Salve, Regína, mater misericórdiæ, vita, dulcédo et spes nostra, salve.
Ad te clamámus, éxsules fílii Evæ.
Ad te suspirámus, geméntes et flentes in hac lacrimárum valle.

Eia ergo, advocáta nostra,
illos tuos misericórdes óculos
ad nos convérte.
Et Iesum, benedíctum fructum ventris tui, nobis post hoc exsílium osténde.
O clemens, o pia, o dulcis Virgo María.